Il design italiano nel mondo

Pubblicato il 18 aprile 2018 Categoria:

Design italiano nel mondo? Per i mobili per ufficio la percentuale di export più elevata arriva dall’Arabia Saudita con un 5%. Le altre voci sono: arredo domestico negli USA (11% mondiale, +6%), cucine in Svizzera (7%) e Canada (+47%), sedie in Cina (4%, +75%), luci in Qatar (2%, +29%), porcellane in Cina (+44%) e Corea (+30%). E’ quanto emerge dalla mappa “Il design italiano nel mondo – Italian design in the world”, realizzata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi in collaborazione con Promos, la sua azienda speciale per le Attività Internazionali.

I dati sono emersi in occasione dell’inaugurazione del 57esimo Salone del Mobile. Per le imprese esportatrici ci sono aspettative positive dalla settimana del design. Imprese esportatrici convinte che saranno giorni proficui per la crescita degli affari internazionali. La metà spera proprio in queste giornate per la crescita del proprio business estero. Sono state sentite da Promos, azienda speciale della Camera di commercio per l’internazionalizzazione in una indagine, circa 50 imprese tra quelle lombarde esportatrici, prevalentemente nel settore arredo. Per il 40% il business arriverà soprattutto dagli stranieri. Tra queste imprese, per la metà contano i Paesi dell’Unione Europea, ma spicca il Medio Oriente per uno su tre, Stati Uniti, Svizzera e Cina per uno su cinque. Il 90% vorrebbe ampliare l’export verso altri Paesi e il 40% si aspetta comunque un anno positivo per l’export.

Un export da quasi 22 miliardi in un anno.

È il valore raggiunto dall’Italia nel 2017 tra arredamento, illuminazione, articoli in porcellana e ceramica e gioielleria, in crescita rispetto all’anno precedente, +6%. In particolare sono aumentate le esportazioni di gioielli (+12%), sedie (+11%), parti e accessori di mobili (+7%). I 3 maggiori partner italiani sono: Francia (14% del totale, +11% rispetto al 2016), Stati Uniti (9,6%, +9,3%) e Svizzera (9,3%, +10,8%). In ascesa anche: Hong Kong 7° (+16,3%), Cina 9° (+36%), Turchia 11° (+16,4%) e Canada 17° (+12,8%). Tra le prime 20 destinazioni compaiono poi: Germania, Regno Unito, Emirati Arabi e Spagna. Emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Promos su dati Istat anni 2017 e 2016. E se la Francia è il principale partner per quasi tutti i prodotti, i mobili per ufficio, per cucina, le sedie e l’arredo domestico vanno anche negli USA, la Germania è prima per apparecchiature per l’illuminazione e per prodotti in porcellana e ceramica, il Regno Unito per parti e accessori di mobili e la Svizzera per gioielleria e pietre preziose.

I maggiori esportatori italiani di design sono Treviso, Alessandria e Arezzo. Monza Brianza seconda per mobili, Milano prima per apparecchiature per l’illuminazione. Le crescite maggiori ad Alessandria (+33,7%) grazie soprattutto a gioielli e pietre preziose, Pordenone (+13,8%), Bergamo, Arezzo e Milano (+6%). Nel settore dei mobili prime Treviso (18% del totale), Monza Brianza (8,7%), Pordenone (8%) e Como (6,9%). Quinta Milano ma in forte crescita: +16%.

La Lombardia con quasi 5 miliardi rappresenta oltre un quinto del totale nazionale, +3%. Milano con 1,8 miliardi (di cui 467 milioni in mobili), Monza Brianza con 1 miliardo (di cui 835 milioni solo di mobili) sono leader del settore regionale. Seguono Como con 710 milioni, Brescia con 438 e Bergamo con 359. A Lecco +28,2% e a Sondrio +16,1% i maggiori aumenti in un anno.

L’export italiano di design per prodotto, primi 20 posti

Mobili ufficio

  PAESI EXP 2016 EXP 2017 % su tot. variaz. %
1 Francia 74.405.843 84.342.895 18,0% 13,4%
2 Stati Uniti 38.724.764 42.223.400 9,0% 9,0%
3 Regno Unito 45.051.734 34.362.719 7,3% -23,7%
4 Germania 24.307.668 25.219.205 5,4% 3,7%
5 Arabia Saudita 23.562.367 22.512.342 4,8% -4,5%
6 Svizzera 19.297.372 20.519.095 4,4% 6,3%
7 Emirati Arabi Uniti 17.114.881 18.274.297 3,9% 6,8%
8 Belgio 13.791.996 14.739.703 3,1% 6,9%
9 Spagna 12.154.862 13.882.811 3,0% 14,2%
10 Russia 11.345.805 10.604.614 2,3% -6,5%
11 Cina 5.816.606 9.577.919 2,0% 64,7%
12 Canada 4.675.173 9.284.813 2,0% 98,6%
13 Qatar 11.018.591 9.074.087 1,9% -17,6%
14 Kuwait 4.342.437 8.932.409 1,9% 105,7%
15 Paesi Bassi 6.732.306 7.935.405 1,7% 17,9%
16 Israele 7.245.054 7.546.103 1,6% 4,2%
17 Pakistan 89.356 6.757.660 1,4% 7462,6%
18 Austria 6.913.918 6.058.030 1,3% -12,4%
19 Repubblica ceca 5.443.178 5.912.035 1,3% 8,6%
20 Giappone 4.861.124 4.864.134 1,0% 0,1%
[MONDO] 451.438.311 468.237.626 100,0% 3,7%

Contattaci per una consulenza gratuita

Scegli la soluzione più comoda

Vuoi immediatamente parlare
con il nostro team?

Oppure attiva la chat

Preferisci scriverci le tue esigenze ed essere ricontattato?Compila il form